Giulietta e Romeo nella illustrazione di Giovanni Battista Gigola per Ferdinando III d’Asburgo-Lorena

Autore: Chiara Parisio
Titolo: Giulietta e Romeo nella illustrazione di Giovanni Battista Gigola per Ferdinando III d’Asburgo-Lorena
Editore: Grafo edizioni, Brescia, 2002
ISBN: 978-88-73855-63-7
Caratteristiche volume: volume rilegato con sovraccoperta a colori, formato 27×23 cm, pp. 88; illustrazioni b/n e a colori
Prezzo di copertina: Euro 25

amazon

 

 

Il volume analizza  l’Historia novellamente ritrovata di due nobili amanti, meglio nota come Giulietta e Romeo, scritta  da Luigi da Porto intorno al 1524, e ristampata nel 1819, a spese di Gigola, in sette copie in pergamena, illustrate dall’artista entro il 1825. Solo quattro esemplari sono oggi noti: oggetto di questo studio è  quello acquistato nel 1822 da Ferdinando III d’Asburgo Lorena, granduca di Toscana, per la Biblioteca Palatina  e ora in proprietà della Biblioteca Nazionale di Firenze. L’opera viene analizzata sotto il profilo letterario e artistico, in un confronto con le altre copie rintracciate: si presentano, in particolare, tutte le pagine miniate da Gigola con  fregi e vignette a illustrazione degli episodi salienti del racconto, corredati della Descrizione, resa da Alessandro Torri nel 1826.

Indice del volume: Giovanni Battista Gigola, pittore in miniatura • La Giulietta e Romeo  di Luigi da Porto fra storia e tradizione letteraria I sette esemplarti della Giulietta e Romeo • Gli Asburgo-Lorena, granduchi di Toscana Storia di due nobili amanti colla lora pietosa morte avvenuta già in Verona nel tempo del Signor Bartolomeo della Scala e scritta da Luigi Da Porto La Giulietta e Romeo  illustrata per Ferdinando III d’Asburgo-Lorena Gli esemplari Trivulzio e Poldi Pezzoli La Giullietta e Romeo per Lord Spencer Documenti • Bibliografia