Giorgio Duranti 1687-1753

Autore: Chiara Parisio
Titolo: Giorgio Duranti 1687-1753
Editore: Grafo edizioni, Brescia, 2004
ISBN:  978-88-73856-42-9
Caratteristiche volume: volume rilegato con sovraccoperta a colori, formato 27×23 cm, pp. 120; illustrazioni b/n e a colori
Prezzo di copertina: Euro 32

I dipinti con volatili di Giorgio Duranti, artista dalla personalità ricca e sfaccettata, si collocano nel contesto della riscoperta della natura e dei piaceri della vita in villa che caratterizzò il Settecento. La predilezione del pittore nei confronti di tali soggetti sembra essere nata, in particolare, come conseguenza di un preciso interesse per le scienze naturali, attestato dalla letteratura coeva, unito alla pratica dell’attività venatoria, connaturata alla sua condizione di aristocratico.

L’arte di Duranti trasse linfa vitale dal filone realistico della pittura bresciana e bergamasca, aprendosi ad un approccio naturalistico più rigoroso, sensibile alle correnti di razionalismo scientifico diffuse nella Brescia del Settecento.

Indice del volume: Per una biografia di Giorgio Duranti Il contesto La pittura animalista in area lombardo-veneta La produzione pittorica Fortuna critica e collezionismo Faustino Duranti (1694-1764) Catalogo delle opere Regesto dei documenti Bibliografia